Processo Garlasco, no alla richiesta di revisione di Stasi.

0
133
Un fermo immagine di un video che mostra Alberto Stasi per la prima volta parla pubblicamente in un'aula di giustizia dopo la condanna definitiva a 16 anni di carcere per l'omicidio di Chiara Poggi. Lo ha fatto a Milano come parte offesa in un processo a carico di Maria Grazia Montanti, accusata di diffamazione e minacce aggravate pubblicate sulla pagina Facebook 'Delitto Garlasco: giustizia per Chiara Poggi' di cui lei era una delle amministratrici. Milano, 15 novembre 2017. ANSA/ FRAME VIDEO/FRANCESCA BRUNATI

La corte d’appello di Brescia ha rigettato la richiesta di revisione del processo presentata dai legali di Alberto Stasi. La decisione dei giudici bresciani è stata depositata questa mattina.

“Confermo il rigetto” si è limitato a dire il presidente della corte d’appello di Brescia Claudio Castelli.

“Gli elementi fattuali che si vorrebbero provare con le prove nuove non sono stati comunque ritenuti idonei a dimostrare, ove eventualmente accertati, che il condannato, attraverso il riesame di tutte le prove, debba essere prosciolto, permanendo la valenza indiziaria di altri numerosi e gravi elementi non toccati dalla prove nuove”.

Lo scrive La corte d’appello di Brescia nelle motivazioni del rigetto della richiesta di revisione del processo presentato da Alberto Stasi, condannato a 16 anni di carcere per la morte della fidanzata Chiara Poggi. (ANSA).

compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here