di Viviana Bazzani

“Peggio di un bugiardo è un bugiardo che è anche ipocrita” frase perfetta, del drammaturgo Tennesses Williams, per raccontare il comportamento discutibile di una sportiva e campionessa judoka come Laura Maddaloni. 

Campionessa e figlia di una famiglia di sportivi che ha portato alto il nome dell’Italia nel mondo, oggi è protagonista con suo marito Clemente RUSSO, nel reality L’ISOLA DEI FAMOSI. Ha mostrato sin dalle prime puntate il suo essere di donna forte, determinata e combattiva…. insomma una vera sportiva.
… Ma poi, con il passare del tempo e la mancanza di cibo ecco uscire fuori il vero carattere dei naufraghi non più capaci di nascondersi dietro false cortesie e subdole strategie per arrivare alla meta…. insomma disposti a tutti anche nell’accusare un concorrente di violenza fisica.
Andiamo per ordine, al termine di una  prova ricompensa dove vedeva, due fazioni di concorrenti impegnati ad una partita di uno sport honduregno che, ricorda la nostra pallanuoto, la naufraga Laura Maddaloni accusava l’attore Vaporidis di avergli messo le mani addosso.
Tra lo stupore del pubblico e degli ospiti in studio, ecco partire sui social la caccia delle immagini per trovare conferma su quanto dichiarava la judoka Maddaloni.
Ebbene, trovato il video si poteva constatare che nulla di quanto dichiarato da Laura Maddaloni corrispondeva a verità anzi era lei che con forza e violenza impediva a Vaporidis di entrare in possesso della palla.
Di questa storia c’è un particolare che lascia l’amaro in bocca a noi DONNE perbene , la facilità nell’accusare un persona di un comportamento (reato) grave mai avvenuto….. e non lamentiamoci se poi , ogni volta che avviene un abuso o un aggressione ad una donna, scattano automaticamente dubbi e perplessità.
Sono anni che ci battiamo per avere leggi più incisive contro la violenza sulle donne e provvedimenti più veloci nel momento in cui avviene la denuncia….. ..ma, ogni volta che, una donna inventa abusi o aggressioni, quella donna, aiuta la difesa di un ipotetico aggressore ad avere terreno fertile.
Non ho apprezzato la sportività distorta e scorretta di una campionessa come la Maddaloni e, tantomeno, gli atteggiamenti verbali aggressivi di suo marito, Clemente RUSSO, anche lui campione olimpico.
Mi chiedo come farà, la Maddaloni, una volta ritornata dall’Honduras, a spiegare alle sue tre bambine che le bugie o le accuse false e diffamatorie sono comportamenti gravissimi oltre, a dover insegnare che l’atteggiamento aggressivo di una donna è, il vestito più brutto e volgare che possa indossare.
Gazzetta di Milano, nello spirito che da sempre contraddistingue il network Editoria Web, è pronta ad ospitare una eventuale replica di Laura Maddaloni, non appena farà ritorno in Italia.