Sempre più comuni della Città Metropolitana di Milano aderiscono a Forestami, il progetto di forestazione urbana* che ha l’obiettivo di incrementare il capitale naturale e piantare 3 milioni di alberi entro il 2030 a Milano e nel territorio della Città Metropolitana di Milano.

Tra questi vi è anche il Comune di Dresano: qui il progetto Forestami, a cura della cooperativa Il Giardinone, prevede la messa a dimora di un totale di 1.888 alberi e arbusti su una superficie di oltre 5.376 metri quadrati. In particolare, le attività di Forestami riguardano il terreno nei pressi di via Giardini, dove trovano dimora 656 nuove piante su una superficie di 1.686mq, e l’area limitrofa al Cimitero, che accoglie 1.232 alberi e arbusti su un terreno di 3.680mq.

“Siamo veramente soddisfatti e grati a Forestami per essere parte di questo progetto e poter dare il nostro contributo al conseguimento degli obiettivi che si propone. È un progetto che guarda al futuro ed è per questo che siamo qui oggi con le ragazze e i ragazzi delle nostre scuole di Dresano, un bel messaggio che vogliamo condividere con i nostri giovani” dichiara Vito Penta, sindaco di Dresano.

Durante la mattinata sono state infatti coinvolte alcune classi della Scuola Primaria “Giovanni XXIII” e della Scuola Secondaria di primo grado “Don Milani”: due ragazzi per ciascuna classe 4^ e 5^ delle elementari hanno simbolicamente piantato alcuni alberi; successivamente il Consiglio Comunale dei Ragazzi, un gruppo di 13 studenti delle medie, coinvolti periodicamente dal Municipio in attività che riguardano Dresano, ha messo a dimora alcune piante in rappresentanza dei loro compagni di classe.

“Gli interventi a Dresano sono rappresentativi della modalità di lavoro di Forestami in ambito urbano. Riguardano infatti l’implementazione del verde del giardino esterno alla biblioteca comunale, garantendone la fruizione soprattutto in relazione al servizio pubblico presente e la creazione di una fascia arbustiva tra il cimitero e la strada provinciale che attraversa il comune, volta al miglioramento della qualità del sistema infrastrutturale e la sua relazione con il contesto”, racconta Daniela Gambino, Politecnico di Milano-DAStU, responsabile Progettualità Territoriali e rapporto con i Comuni Forestami.

Le nuove realtà boschive che sorgeranno a Dresano sono formate da piante forestali autoctone appartenenti alla composizione floristica della Pianura Padana, quali querce, carpini, pruni, aceri campestri, frassini, ligustri, noccioli, meli. Il progetto prevede la realizzazione, in particolare, di un rimboschimento “tradizionale” intorno al cimitero, soprattutto sui lati nord, ovest lungo la provinciale, e a sud sfruttando gli spazi a prato presenti. Più complessa è invece la sistemazione prevista per il giardino di pertinenza della Biblioteca, studiata anche in relazione agli affacci delle abitazioni, al posizionamento del parcheggio e all’esigenza di conservare la visibilità di una parete che ospiterà in futuro dei murales. Qui crescerà un ulteriore filare arboreo a rinforzo dell’esistente e una folta macchia arbustiva farà da filtro visuale in fregio all’area parcheggio; inoltre siepi miste arbustive saranno messe a dimora sul confine tra il giardino e le abitazioni. Una consistente area boscata sarà infine realizzata all’ingresso del giardino sulla strada provinciale.

“Questo intervento e tutti gli altri previsti dal progetto Forestami sul nostro territorio contribuiscono in assoluto a rafforzare la dotazione a verde delle aree pubbliche. Per la vocazione urbanistica del nostro piccolo centro destinato ad una residenzialità “leggera” e per la connotazione agricola del territorio circostante, il progetto riveste una notevole importanza paesaggistica oltre a contribuire al benessere fisico delle persone che vi abitano, al raffrescamento dell’ambiente e quindi alla riduzione dell’effetto ‘isola di calore’”, commenta Claudio Alberto Rotta, assessore all’Edilizia Privata, Ecologia e Ambiente del Comune di Dresano.

L’attività di Forestami prevede non solo la piantumazione ma anche un piano di interventi quinquennale finalizzato all’attecchimento delle piante messe a dimora.

Forestami punta a migliorare la qualità della vita, pulire l’aria e contrastare gli effetti del cambiamento climatico. La collaborazione tra tutti i soggetti promotori ha permesso di costruire una visione strategica del ruolo della natura nell’area metropolitana milanese e di dar vita a un processo di censimento, valorizzazione e incremento di tutti i sistemi verdi, permeabili e alberati, per favorire politiche e progetti di forestazione urbana.