Allianz Powervolley, impresa sgiorata contro Civitanova.

0
175
Funshopping.it crea la tua vetrina gratis per vendere on line - acquista migliaia di prodotti con sconti fino al 70%

Ad un passo dalla grande impresa, Milano esce sconfitta nel primo impegno casalingo del 2021. 3-2 il risultato finale con cui la Cucine Lube Civitanova ha avuto la meglio sui padroni di casa dell’Allianz Powervolley. La squadra di coach Piazza strappa meritatamente un punto alla Lube e almeno parzialmente riesce ad invertire il trend negativo di questo inizio 2021, anche se arriva la terza sconfitta consecutiva. Grande reazione d’orgoglio per Piano e compagni che, nonostante le difficoltà dell’ultimo periodo, non hanno mai mollato: tutte indicazioni positive che lasciano ben sperare per i prossimi impegni. Grande prova nella metà campo meneghina di Ishikawa (25), Urnaut (20) e Maar (19). A fine gara è Nicola Pesaresi a commentare il confronto: «Oggi usciamo a testa alta da questa partita: abbiamo giocato a viso aperto e di questo dobbiamo andarne fieri. Questa nota positiva dobbiamo custodirla per le prossime settimane».

MILANO – Grande spettacolo all’Allianz Cloud per la prima gara interna del 2021 dell’’Allianz Powervolley. Nel match delle 19.30 valido per la settima giornata del girone di ritorno di Superlega, la squadra di coach Piazza mette in scena una grandissima prestazione, facendo sudare sette camice alla Cucine Lube Civitanova che trova il successo solo al tie break. Ad un passo dalla grande impresa Piano e compagni che giocano con grande determinazione e trovano l’immediata reazione d’orgoglio necessaria dopo l’inizio in salito del 2021. Milano ha saputo soffrire, vista la forza degli avversari, ma anche mettere in crisi le certezze della Lube, giocando alla pari contro una squadra che veleggia a ridosso del primo posto in classifica. 21-25, 32-30, 25-23, 22-25, 10-15 i parziali che raccontano di un confronto in cui ad avere la meglio sono stata solo alla fine i cucinieri ma in cui non è mancato il cuore dei meneghini.

Per i ragazzi di coach Piazza arriva un punto più che meritato, che smuove parzialmente la classifica. Dopo l’opaca prova di Trento, l’Allianz Powervolley riesce a dare un segnale importante in campo sotto il punto di vista della prestazione e dopo più di due ore di gioco si arrende solo al quinto set contro Civitanova, che prosegue così il suo percorso di rimonta in vetta alla classifica alle spalle di Perugia. Con il ritrovato Urnaut (ed ancora con Patry out, in attesa del suo recupero al 100%) Piazza propone il modulo con i tre schiacciatori: insieme allo sloveno Ishikawa e Maar sono gli attaccanti di palla alta di Milano, ma in regia c’è Daldello per Sbertoli (a riposo precauzione per un disturbo addominale). Avvio di match equilibrato, con Milano trascinata da un ispirato Maar e Civitanova a sfruttare tutte le sue bocche da fuoco: sul finale è il doppio ace di Leal a determinare il 21-25. Regala grandi emozioni il secondo set: Civitanova si porta su +3 (13-16), ma Milano è brava a ricucire fino al 21 pari. La contesa si decide così ai vantaggi, e al quarto set point Maar concretizza per il 32-30. Le emozioni però sono solo all’inizio: la Lube si costruisce un importante +5 (13-18), ma l’Allianz non ci sta e nella parte finale con Piano (mostruoso a muro, 5 nel set) ed Ishikawa firma il clamoroso 25-23. La Lube non ci sta e spinge a servizio: Milano insegue ma sul finire del set l’allungo decisivo lo piazzano gli ospiti (22-25) con la gara che si decide così al tie break, dove la forza di Civitanova viene fuori ed è il colpo di Juantorena a mettere la parola fine alla gara (10-15). Complessivamente buona la prova di squadra, con il riscatto che non è arrivato solo nel risultato finale, che ha premiato la forza e la qualità di un roster di primissimo piano come quello della Lube. La reazione d’orgoglio, abbinata anche alla determinazione messa in campo da Piano e compagni, lascia però ben sperare per una nuova settimana ricca di impegni e di gare. Grande prova nella metà campo meneghina per Ishikawa (25), Urnaut (20) e Maar (19).

«Oggi usciamo a testa alta da questa partita sono le parole alla fine del match di Nicola Pesaresi: abbiamo giocato a viso aperto e di questo dobbiamo andarne fieri. Questa nota positiva dobbiamo custodirla per le prossime settimane. Anche se purtroppo non siamo riusciti a vincere, abbiamo disputato un ottimo tie break con una grande squadra. Cerchiamo di continuare così e migliorare il nostro gioco. Sono tutte partite difficili queste del mese di gennaio: adesso pensiamo a Vibo Valentia e il resto verrà volta per volta.». Fondamentale ora invertire la rotta almeno nei risultati, perché inizia una settimana con due impegni importanti e ravvicinati in trasferta: giovedì 14 (h 19) a Vibo per il recupero della 14a giornata e domenica 17 (h 18) a Perugia per la 19a.

CRONACA

Primo set:
Piazza inizia con Daldello in regia al posto di Sbertoli (a riposo precauzionale per un disturbo addominale). Maar ed il muro di Kozamernik firmano il 2-0 Milano. Sorpasso Lube con il muro vincente su Maar e l’ace di Leal, ma il pareggio arriva con Ishikawa e l’errore di Juantorena (6-6). Urnaut colpisce sulle mani del muro e trova il block out del 9 pari, poi Maar confeziona il punto del 10-9. Il +2 arriva sull’attacco out di Rychlicki (11-9), con il break di Civitanova che arriva con la pipe di Juantorena (13-13). Ancora l’italo-cubano a colpire per il sorpasso cuciniero (16-17), con Kozamernik trova due punti consecutivi (primo tempo ed ace) per il 20-19.  Il muro di Simon su Piano riporta avanti la Lube (20-21), che sull’errore di Maar conquista il +2 (21-23). Il doppio ace di Leal chiude il set 21-25.

Secondo set:
L’ace di Rychlicki crea il primo solco tra Milano e Civitanova (3-6), ma due volte Ishikawa (mani out ed ace) riportano l’Allianz Powervolley sul 5-6. Maar trova il contrattacco del 7 pari, con Kozamernik che firma il sorpasso (9-8). Dai 9 metri arriva però la risposta di Juantorena (10-11), con la Lube che raggiunge il +3 (13-16). Urnaut in pipe prova a tenere in vita Milano (14-16) con il 15° punto che arriva sulla difesa out di Leal (15-16). Errore dai 9 metri per Kozamernik (19-21), ma Ishikawa trova il 21 pari. Maar per il vantaggio meneghino (22-21), con Juantorena che trova l’incrocio delle righe per il 23 pari. Simon a muro per il 23-24, con Urnaut per il mani out del 26 pari. Milano mette la testa avanti con Piano (28-27), poi è Maar a chiudere per il 32-30 finale.

Terzo set:
Ishikawa trova la grande diagonale del 5-4, con il muro imperioso di Piano su Rychlicki (6-4). +3 Milano sul mani out di Ishikawa (8-5), ma la Lube non molla e pareggi con Juantorena (9-9) dopo il muro di Anzani su Kozamernik. Ace con nastro per Juantorena (10-12), con Civitanova che sprinta a muro ed allunga per il 10-14. Break Milano con il mani out di Ishikawa (13-16), ma la Lube risponde subito con l’ace di Rychlicki (13-18). Doppio muro di Milano con Piano (16-18), poi Maar trova una incredibile diagonale per il 19-21. Break Milano con il mani out di Urnaut (21-22), poi Ishikawa trova un punto senza senso dopo una clamorosa carambola (22-23). Pari Milano con Piano a muro (23-23), con il muro firmato Piano-Ishikawa per il sorpasso (24-23). Ancora Piano a stampare il definito muro su Yant per il 25-23.

Quarto set:
Kozamernik per il primo tempo del 2-1, ma l’ace di Leal porta avanti la Lube (4-5). Altro ace Civitanova con Simon (5-7) e primo discrezionale per coach Piazza. Altro servizio vincente per Civitanova con Juantorena e sull’errore di Urnaut il parziale segna 7-11. Pipe di Maar per il 10-12, ma il mani out di Leal riporta i marchigiani sul +4 (10-14). Ace di Urnaut per il 12-14, poi Ishikawa (al suo 23° punto) per il 13-14. Leal attacca out la pipe che porta il parziale sul 15 pari, ma arriva subito il break sul servizio di Simon (15-17). Daldello a segno per il 18-19, ma il muro subito da Maar porta la Lube sul +3 (20-23). La diagonale di Rychlicki chiude il set 22-25.

Quinto set:
Ace di Anzani per il +2 Lube (1-3), con l’allungo Lube sul mani out di Rychlicki (4-7). Ancora Civitanova con Juantorena (5-10), con Maar che attacca in diagonale per il 7-11. Accorcia Milano con l’ace di Urnaut (10-13), ma alla fine è Juantorena a chiudere il 10-15 finale.

TABELLINO

ALLIANZ POWERVOLLEY MILANO – CUCINE LUBE CIVITANOVA: 2-3 (21-25, 32-30, 25-23, 22-25, 10-15)

Allianz Powervolley Milano: Basic 1, Kozamernik 10, Daldello 1, Maar 19, Piano 13, Mosca 0, Ishikawa 25, Urnaut 20, Pesaresi (L). N.e.: Staforini (L), Weber, Meschiari, Mosca. All. Roberto Piazza.

Cucine Lube Civitanova: Kovar 0, Marchisio (L), Juantorena 19, Balaso (L), Leal 19, Rychlicki 23, Simon 17, De Cecco 4, Anzani 11, Falaschi 0, Hadrava 1, Yant 0. N.e.: Larizza. All. Ferdinando De Giorgi.

NOTE 

Durata set: 25’, 37’, 30’, 28’ 17, . Durata totale: 2h e 17’.

Allianz Powervolley Milano: battute vincenti 4, battute sbagliate 14, muri 9, attacco 55%, 47% (26% perfette) in ricezione.

Cucine Lube Civitanova: battute vincenti 12, battute sbagliate 16, muri 10, attacco 51%, 49% (27% perfette) in ricezione.

Arbitri: Cappello – Tanasi. Terzo Arbitro: Rusconi.

Impianto: Allianz Cloud di Milano

MVP: De Cecco

La reazione d’orgoglio che l’Allianz Powervolley voleva mettere in campo c’è stata. Una risposta chiara e netta dopo l’opaca prova contro Trento del 6 gennaio: a soli 4 giorni di distanza Milano si è tolta di dosso la polvere ed ha messo in mostra una prestazione determinata, chiara e di altissimo livello e lo ha fatto contro una delle squadre più forti del campionato, quella Lube Civitanova che è stata costretta ad andare al tie break per avere la meglio sui meneghini.

Più di 2 ore di grandissima pallavolo con una Milano coriacea che ha dimostrato di saper gestire anche le difficoltà dell’ultimo momento come l’indisponibilità di Sbertoli, dando spazio a Nicola Daldello in regia, autore di una prestazione maiuscola. Come quella del giapponese Yuki Ishikawa che, contro i campioni del mondo ancora in carica, ha chiuso con 25 punti ed un mostruoso 85% in attacco. Ma è stata la squadra a fare la differenza, che si è compattata ed ha ritrovato la sua anima più profonda tanto da lottare alla pari con i marchigiani. Anche se questo non è bastato per conquistare la vittoria (è però arrivato un punto), come racconta il rammarico di coach Piazza: «La squadra è scesa in campo con un atteggiamento totalmente diverso da quello avuto con Trento. Se vuoi fare punti con squadre come Civitanova devi prenderti dei rischi, quindi sono contento di come i ragazzi sono stati in campo. Il primo set grida vendetta perché eravamo sopra e ci siamo sciolti come la neve al sole su due stupidate. Il quarto set idem perché siamo partiti ad handicap per due situazioni che erano scontate e questo non va bene. Poi devo ovviamente dire bravissimi ai miei ragazzi perché è tutto merito loro». Anche con la Lube l’Allianz Powervolley ha dovuto fare di necessità virtù con la novità proposte da coach Piazza (rimodulando la rotazione con il centrale vicino al palleggiatore) già proposto sia con Verona sia con Trento. «Il modulo è quello con cui Angelo Lorenzetti ha vinto lo scudetto con Piacenza contro Trento. Si giocava così anni fa ed è un sistema che ti può essere utile per varie sfaccettature. Teniamoci stretto questo punto che ci siamo guadagnati sul campo perché non ci ha regalato niente nessuno e focalizziamoci sulla prossima partita: sarà un’altra battaglia contro Vibo Valentia con quelli che potranno scendere in campo. Contro Civitanova con questa situazione di gioco siamo riusciti a tenere meglio in fase di ricezione, anche se abbiamo subito tanti ace, ma Civitanova è una squadra che batte molto forte. Questo modulo mi dà la possibilità di far girare la squadra in modo completamente diverso e spesso gli avversari non sono abituati. Di certo lo spirito di adattamento fa parte di questo gruppo già dalla scorsa stagione». Ora il focus si sposta sulla gara di giovedì con Vibo Valentia con le indicazioni positive raccolte dal match con i cucinieri: «Adesso, in attesa di valutare le condizioni di Sbertoli, ho la possibilità di tornare a fare quello che stavamo facendo a inizio campionato e di lavorare con tutto il gruppo. È passato questo periodo abbastanza lungo dove ci siamo trovati un po’ in difficoltà, però questa è la strada. Noi ci siamo, quindi andiamo avanti».

VIDEO INTERVISTA ROBERTO PIAZZA: https://www.youtube.com/watch?v=_PL3UPM1ryE

compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here