Uber sbarca in Italia, accordo con ItTaxi e Splyt.

164
Uber, piattaforma globale di mobilità urbana, e ItTaxi, primo operatore italiano per servizi taxi, hanno siglato un accordo, altamente innovativo, che consentirà agli utenti dei servizi di trasporto pubblico privato di avvalersi, a mezzo radiotaxi, di oltre 12.000 mezzi ed operatori di cui dispone ItTaxi.
L’accordo pone fine ad una lunga diatriba riguardante le procedure adottate da Uber e consentirà, nel rispetto della vigente normativa italiana, una consistente riduzione dei tempi di attesa e un miglioramento dei servizi di radiotaxi a beneficio degli utenti.
La partnership di alto contenuto tecnologico è stata realizzata grazie all’intervento di Splyt, partner di diritto inglese, che ha consentito di integrare i sistemi di interconnessione fra Uber e ItTaxi.
La materiale attuazione dell’accordo riguarderà inizialmente le città di Milano e di Roma e si espanderà, mano a mano, alle altre città italiane.
Uber è stata assistita da Hogan Lovells, ItTaxi da Longo & Rossetti, Splyt da Carnelutti UK e Orrick.
Dara Khosrowshahi, Lorenzo Pireddu, Thomas Micarelli, Philipp Mintchin, Loreno Bittarelli, Orrick, Raul Ricozzi, Attilio Mazzilli, Alessandro Vittoria, Pietro Merlino, Alex Sobolev, Faraaz Samadi, Natasha Ahmed,Keily Blair, Carnelutti UK, Maurizio d’Albora, Claudio Calogiuri, Vincenzo Ussani, Vincenzo Coppola,Chiara Magnante, Iwona Ciardullo, Denise Lazzari, Giampiero Macaluso, Hogan Lovells, Valerio Natale, Sabrina Borocci, Longo – Rossetti, Nicola Longo, Pietro Chiavegato.
Su richiesta dell’Avv. Nicolò Bastianini Carnelutti pubblichiamo quanto segue:
“I professionisti avvocati Maurizio D’Albora e l’Avv. Vincenzo Ussani di Escobar che asseriscono di operare per lo Studio Carnelutti Londra, utilizzano senza alcun titolo ed in modo del tutto abusivo il nome Carnelutti Londra. Nessuno dei titolari del nome “Carnelutti”, ha mai fornitoautorizzazione ne è stato informato preventivamente sull’utilizzo del nome Carnelutti UK da parte dei professionisti indicati nell’articolo. 
Segnalo Inoltre che i professionisti oggetto dell’articolo (ovvero l’avvocato Maurizio D’Albora e l’Avv. Vincenzo Ussani di Escobar), nonostanteripetutamente richiesti di interrompere utilizzo in qualsiasi forma de nome Carnelutti, hanno comunque continuato ad utilizzare il marchioCarnelutti con il solo intento di ingannare la clientela e per mere finalità di lucro al fine di trarre un  vantaggio presso i clienti grazie allosfruttamento della notorietà e del prestigio collegato al nome.
I titolari del nome procederanno a tutelare il proprio interesse nelle sedi legali preposte”.