Movida, Fontana e De Corato si appellano ai sindaci: facciano rispettare le regole, altrimenti serviranno nuove restrizioni.

823

Movida in Lombardia. “Come ho più volte ribadito, Regione Lombardia è pronta a intervenire, anche con nuove restrizioni, per evitare che tutto il lavoro svolto fin qui grazie alla buona volontà della maggioranza dei cittadini, venga vanificato da alcuni incoscienti”. Lo dice il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana.

Sulla ‘movida’ i sindaci e i prefetti della Lombardia siano rigorosi

“Dopo aver visto nelle ultime ore le foto, i video e le notizie riguardanti assembramenti e movida in diversi comuni lombardi – prosegue Fontana – mi appello ai Prefetti e ai Sindaci della nostra regione. Lo faccio affinché usino, dove serve, il massimo del rigore. Anche attraverso l’utilizzo della Polizia locale e delle Forze dell’ordine. Con l’applicazione delle sanzioni previste dalla legge, come la riduzione dell’orario di apertura e la chiusura”.

“Gravi e inaccettabili”. Così Riccardo De Corato, assessore regionale alla Sicurezza e Polizia Locale della Lombardia definisce le notizie e le immagini riguardanti assembramenti e movida a Milano, Brescia e altri Comuni della Lombardia. “Beppe Sala, Emilio Del Bono e tutti i sindaci della Lombardia – aggiunge De Corato – non esitino a utilizzare gli strumenti che hanno a disposizione. Partendo, beninteso, dagli agenti della Polizia locale per punire chi non rispetta le regole”.

Contro movida e assembramenti necessario rigore

“Benvenga – conclude l’assessore – il richiamo al rigore del presidente Fontana. Una linea che deve valere per tutti se non vogliamo rischiare di pregiudicare quanto di buono fatto fin qui”.