Teatro del Buratto e Fao Schwarz riportano in scena Giocagiocattolo.

163

A volte, le cose belle ritornano. È questo il caso dello spettacolo per bambini “GIOCAGIOCATTOLO. Quando i bambini dormono… i giocattoli giocano”.

Il riallestimento nasce infatti dalla partnership sostenuta dal Comune di Milano – Assessorato alla Cultura – tra due “attori” unici a Milano e nel territorio. Da un lato Il Teatro del Buratto – dal 1975 un’eccellenza del teatro totale e di ricerca in Italia e, specificamente, del teatro per bambini e ragazzi, in cui l’arte ha un ruolo civico ed etico nella sfida al presente per costruire il futuro, per educare i più piccoli all’emozione e al pensiero critico – e dall’altro FAO Schwarz, l’iconico marchio di giocattoli, che festeggia quest’anno 160 anni, sinonimo di meraviglia, atmosfere uniche e prodotti esclusivi, da un anno a Milano. Pensiamo alla Clock Tower animata, al Grand Piano sul quale si può ballare, alle personalizzazioni dei giocattoli, agli iconici peluche e alle esperienze irripetibili che si possono vivere nel negozio di via Orefici 15 e in tutta Italia grazie al sito di e-commerce faoschwarz.it.

La nuova messa in scena di GIOCAGIOCATTOLO è una delle grandi novità della stagione 2022-23 del Teatro del Buratto. Lo spettacolo sarà in scena al Teatro Bruno Munari di via G. Bovio 5 nella rassegna dedicata alle famiglie “Insieme a teatro” a ottobre e nella rassegna “A teatro con la scuola” a febbraio e a maggio 2023.

Il debutto è previsto nel fine settimana del 28-29 ottobre che segna il primo compleanno dell’apertura dello store di FAO Schwarz a Milano, un regalo per tutte le famiglie e un modo per condividere insieme un mondo di meraviglia e bellezza creativa.

“Siamo sempre molto felici, e grati, quando le imprese decidono di partecipare alla vita della città investendo in cultura e sostenendo così la crescita della comunitàha dichiarato l’assessore alla Cultura Tommaso Sacchi In particolare, questa partnership permetterà al Teatro Munari di integrare la propria stagione con uno spettacolo in più, regalando un’ulteriore occasione di divertimento e di bellezza per gli spettatori del Teatro”.

 

“Stupore, meraviglia, creatività, gioco, esperienza e condivisione: sono queste le parole chiave che legano il mondo di FAO Schwarz, che vede i bambini e i giocattoli protagonisti, al Teatro del Buratto, un teatro che costruisce avventure che fanno crescere. Siamo particolarmente felici di festeggiare il primo compleanno di FAO Schwarz a Milano con il debutto del riallestimento di GIOCAGIOCATTOLO. È il nostro regalo ai bambini, alle famiglie e alle scuole della città e del territorio. Un’esperienza di pura magia e meraviglia e l’opportunità di affiancarci all’eccellenza del Teatro del Buratto e al talento dei giovani attori che andranno in scena. Un percorso che mette al centro i bambini e la loro crescita, perfettamente in linea con la filosofia e i valori di PRG Retail Group”commenta Amedeo Giustini, Amministratore Delegato di PRG Retail Group.

“GIOCAGIOCATTOLO nasce nel 2005 da un team tutto femminile. Infatti, il testo è della scrittrice Beatrice Masini e la regia di Jolanda Cappi e Giusy Colucci. Oggi, grazie alla collaborazione con FAO Schwarz, partner ufficiale dello spettacolo, di cui siamo davvero orgogliosi e grati, possiamo riportare in scena questo progetto di teatro su nero. La rimessa in scena è curata da Giusy Colucci e dal sottoscritto e vede sul palco una nuova formazione di giovani attori talentuosi: Gabriele Bajo, Ilaria Ferro, Marco Iacuzio, Beatrice Masala, Riccardo Paltenghi. Con l’augurio che questo spettacolo e questa nuova stagione possano essere l’inizio di una ripresa forte e vigorosa, dopo questi anni complessisottolinea Franco Spadavecchia, Direttore Generale del Teatro del Buratto.

“GIOCAGIOCATTOLO. Quando i bambini dormono… i giocattoli giocano” è uno degli spettacoli più amati da tutto il pubblico dei bambini, genitori e insegnanti, è stato rappresentato per oltre 10 anni in tutta Italia e all’estero con più di 600 repliche. Il suo successo è stato determinato da più fattori: dalla magia che il teatro su nero sa creare, dalle divertenti musiche scelte e composte da Mauro Casappa, che conducono nella dimensione del meraviglioso mondo dei giocattoli, ma soprattutto dai protagonisti di questa storia, l’amico immaginario (interpretato da Ilaria Ferro), dall’orso Poldo, dal pagliaccio Pilo e dalla bambola.

In questo riallestimento sono stati restaurati alcuni pupazzi e le scenografie. Inoltre, alcuni giocattoli disponibili da FAO Schwarz, particolarmente adatti per essere animati, sono stati inseriti nel nuovo cast. Troviamo quindi un nuovo orso Poldo al suo debutto, un bradipo sonnacchioso, un trenino, una trottola e l’iconico orsetto soldato del marchio.

Una fantastica avventura teatrale condivisa per dare spazio al valore del gioco, della meraviglia, della creatività dedicata ai più piccoli, alle loro famiglie, alle scuole di Milano e del territorio.

Un’avventura infinita perché “finché c’è un bambino felice c’è un giocattolo che gioca”. Un viaggio che continua nel negozio di FAO Schwarz, online e sui social del brand e del Teatro del Buratto con tanti contenuti sullo spettacolo e sulla collaborazione.

***

 

GIOCAGIOCATTOLO. Quando i bambini dormono…i giocattoli giocano | Scheda dello spettacolo

 

Testo: Beatrice Masini

Regia: Jolanda Cappi, Giusy Colucci

In scena: Ilaria Ferro, Marco Iacuzio, Beatrice Masala, Riccardo Paltenghi e Gabriele Bajo

 

I protagonisti dello spettacolo sono i giocattoli: il pagliaccio, l’orsacchiotto, una bambola arrivata per sbaglio e pochissimo usata e l’amico immaginario. Loro, i giocattoli, sono sempre pronti a soddisfare ogni desiderio del bambino, ma quando lui non c’è loro giocano davvero, scherzano, sognano.

Lo conoscono bene, lo vedono crescere, soffrire, ridere, piangere, conoscono i suoi segreti, le sue paure, i suoi desideri. E poi un giorno il bambino confida al suo amico immaginario la sua paura per l’arrivo di una sorellina, paura che poi la mamma e il papà non gli vogliano più bene. Per fargli passare lo spavento, per distrarlo, per farlo sentire importante, mamma e papà gli regalano un giocattolo nuovo. Adesso sono i giocattoli ad avere paura di finire dimenticati in una soffitta, in un vecchio scatolone e poi alla discarica! Comunque vada, lui sarà sempre il loro bambino. E loro i suoi giocattoli. Un bambino ha sempre voglia di giocare. E finché c’è un bambino che gioca, c’è un giocattolo felice.

 

Le divertenti musiche scelte e composte da Mauro Casappa ci conducono nella dimensione del meraviglioso mondo dei giocattoli, dove riscopriamo alcuni aspetti dell’incanto infantile.

La magia del teatro su nero ci porta a credere che anche i giocattoli hanno un piccolo cuore e una loro storia.

 

IL TEATRO SU NERO:

Il teatro nero ha le sue radici nella tradizione più antica della magia e dell’illusionismo. Inventato in Cina, in Europa è diventato famoso grazie al lavoro del Teatro Nero di Praga, conosciuto in tutto il mondo, che fu il primo ad utilizzare la luce nera luce di wood. Il “teatro su nero” prevede l’uso di forme e figure animate mosse entro luci particolari da animatori vestiti di nero che si muovono nel buio, al di là del “taglio” di luce.

Gli spettacoli di teatro su nero riescono in particolar modo a evocare metafore sceniche e mimiche, realizzate attraverso il movimento, la musica, gli oggetti, i pupazzi e gli attori, dove dominano lo stupore e la meraviglia in un susseguirsi d’immagini con continue metamorfosi fantastiche degli oggetti e delle forme in uno spazio che incessantemente si costruisce, si trasforma e si rinnova.