Borsa, giornata difficile, -1,35%, spread a 163.

511
La targa di piazza degli Affari di Milano in un'immagine d'archivio dell'8 ottobre 2008. ANSA / JENNIFER LORENZINI

Seduta post festività pasquali sotto pressione per la Borsa di Milano.

Il Ftse Mib conferma la pesantezza dell’avvio e lascia sul terreno l’1,35% a 24.575 punti.

A pesare lo stacco della cedola di 8 società.

Tra queste Stellantis (-6,44%) che paga anche la sospensione della produzione nello stabilimento in Russia. Nella galassia Agnelli anche Ferrari (-1,45%) e Cnh (-0,28%) Nel credito Unicredit (-3,27%), Banco Bpm (-4,6%) e Mediolanum (-5,47%) .

Tra gli industriali male Prysmian (-3,5%) e Campari (-3,55%).

Maglia rosa per Saipem (+2%) e, a seguire Tenaris (+1,43%) e Iveco (+1,16%).

Lo spread tra Btp e Bund risale a 163 punti (dai 161 iniziali) mentre il rendimento del decennale italiano tocca il 2,52%, segnando nuovi massimi da inizio giugno 2019. (ANSA).