Sciopero trasporto aereo venerdì 23, manifestazioni a Fiumicino e Malpensa.

0
320
Passeggeri in partenza per le vacanze pasquali all'aeroporto di Malpensa a Ferno, 3 aprile 2021.ANSA/Mourad Balti Touati
Funshopping.it crea la tua vetrina gratis per vendere on line - acquista migliaia di prodotti con sconti fino al 70%

“Un intero settore sta annegando. Questo Governo avalla la scomparsa di Alitalia, cancellando definitivamente un patrimonio industriale del Paese e ulteriori decine di migliaia di posti di lavoro. Di fatto prosegue la politica di privatizzazione e liberalizzazione del comparto a vantaggio dei grandi gruppi di Vettori multinazionali, delle Compagnie Aeree low-cost e delle Società di Gestione Aeroportuale”: lo dichiara Antonio Amoroso, della segreteria nazionale CUB alla vigilia dello sciopero nazionale generale dell’intero comparto aereo-aeroportuale e dell’indotto previsto per domani con manifestazioni a Fiumicino e alla Cargo City di Malpensa

“Con la nostra mobilitazione – aggiunge Gianni Cervone, CUB Trasporti Lombardia – vogliamo anche denunciare i licenziamenti collettivi che sono già in atto: Ernest, Blue Panorama, Norwegian, AirItaly, e bloccare quelli che rischiano di essere i licenziamenti del futuro: Alitalia, Handling, Servizi, Indotto”. “Diciamo No alla precarizzazione del mondo del lavoro e alle false cooperative – sottolinea Antonio Amoroso – E diciamo No all’attacco al reddito. Gli ammortizzatori sociali vengono erogati a singhiozzo, con metodi asimmetrici iniqui e con inaccettabili ritardi. E’ urgente e necessaria una riforma degli ammortizzatori sociali: per garantire un reddito dignitoso, evitando il perpetuarsi delle attuali disuguaglianze tra lavoratori e lavoratrici e dei differenti oneri per le aziende”.(MiaNews)

 

compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here