pubblicità
Charme home agenzia immobiliare a Milano

Home FOOD Iginio Massari ambasciatore dell’agroalimentare lombardi all’Expo Dubai.

Iginio Massari ambasciatore dell’agroalimentare lombardi all’Expo Dubai.

345

Il sistema agroalimentare lombardo sarà protagonista all’Expo di Dubai. Con una esposizione all’interno della Innovation House e un grande evento organizzato dalla Regione Lombardia, protagonisti alcuni Consorzi di tutela e produttori lombardi, tra cui il Consorzio Gorgonzola DOP, il Consorzio Grana Padano DOP, il Consorzio della Bresaola della Valtellina IGP, Riso Gallo, Galletto Vallespluga e ASCOVILO, l’associazione dei consorzi dei vini lombardi.

Ambasciatore della spedizione sarà il maestro pasticcere Iginio Massari. Il programma delle iniziative è stato presentato oggi nella sede bresciana di Regione Lombardia alla presenza dell’assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi Fabio Rolfi, del maestro Massari e dei rappresentanti di aziende e consorzi coinvolti.

pubblicità

VOGLIA DI MADE IN ITALY – “Un’opportunità fantastica – ha fatto notare l’assessore Rolfi – di internazionalizzazione per le nostre aziende e per tutto il sistema agroalimentare lombardo . All’estero c’è voglia di Made in Italy: puntando sulla qualità, sulla sicurezza alimentare e sul gusto dei nostri prodotti sarà sicuramente una spedizione vincente”.

 

L’EREDITA’ DI EXPO 2015 – “L’Expo 2015 di Milano – ha osservato Rolfi – ci ha fatto capire l’importanza del cibo per la salute e la sostenibilità ambientale nel processo di produzione . Abbiamo fatto tesoro di questa eredità e le nostre aziende hanno compiuto passi da gigante. Ci sono grandi possibilità di crescita per il nostro comparto nel mercato degli Emirati e il senso di questa missione è creare contatti anche istituzionali per favorire sbocchi commerciali concreti”.

 

PRODUZIONI TESTIMONIANO NOSTRA ECCELLENZA – Nel percorso dedicato alla nostra Regione, le produzioni agricole lombarde saranno trattate come autentiche opere d’arte, capaci di racchiudere tutta la maestria dei produttori locali, l’eccellenza delle materie prime con le quali sono stati realizzati e la ricchezza naturale che a queste ha dato origine.

 

UN PERCORSO SENSORIALE DEL GUSTO – L’esposizione sarà suddivisa in due sale che costituiranno un percorso consequenziale. Nella prima verranno raccolti, attraverso un video immersivo, i contenuti relativi al territorio e alle tecniche colturali da cui nascono i prodotti agroalimentari lombardi; nella seconda si darà spazio ai prodotti stessi, alla loro storia, tradizione e qualità peculiare.

 

L’EVENTO – L’inaugurazione avverrà il 28 febbraio con un grande evento durante il quale saranno serviti alcuni prodotti dell’eccellenza lombarda: il Grana Padano, la Bresaola della Valtellina, il risotto allo zafferano con twist di Gorgonzola, il galletto Vallespluga con patate e peperoni e, a conclusione, il panettone del maestro Iginio Massari. Il tutto accompagnato da vini di qualità dei più vocati territori lombardi.

 

“Da prodotto stagionale – ha ricordato Massari – il panettone è diventato buono tutto l’anno, perché la qualità non si consuma una volta solo l’anno”. E ricordando che il più grande impianto di produzione di panettone si trova in Brasile, Massari ha concluso ribadendo che “la competizione è aperta a tutti, ma è importante farsi rincorrere e non rincorrere”.

 

L’interscambio commerciale tra Lombardia e gli Emirati Arabi Uniti, aggiornato al terzo trimestre 2021, corrisponde a 1.011.541.264 euro, ed è cresciuto del 12,7% in confronto allo stesso periodo 2020, in cui era 887.407.487 euro. Rispetto al 2019, inoltre, è aumentato del 6,8%. (LNews)