Un soffio di primavera, sabato 7 e domenica 8 marzo a Villa Necchi Campiglio a cura del Fai.

0
2951

I profumi dei primi boccioli della bella stagione daranno il benvenuto ai visitatori che si recheranno a Villa Necchi Campiglio, Bene del FAI – Fondo Ambiente Italiano a Milano, in occasione di Un soffio di primavera, sabato 7 e domenica 8 marzo 2020 dalle 10 alle 18: la mostra mercato tanto amata dagli appassionati di verde, giunta alla nona edizione e dedicata quest’anno agli arbusti fioriti, dall’hamamelis all’edgeworthiae, dalla magnolia soulangeana al prunus avium, dal viburnum al chimonanthus praecox, fino alla camelia japonica.

Non solo: in esposizione si troveranno anche piante annuali e perenni da fiore quali ellebori, bergenie, primule, viole e ciclamini; arbusti per giardino e terrazzo; piante aromatiche per le insalate di primavera; piante da orto freddo; piante rustiche da ingresso e da cortile quali aspidistre, liriopi, convallarie e felci; cactacee e bulbose in fioritura tra fine inverno e inizio primavera come galanthus e crocus. La “due giorni” vedrà impegnati circa 30 vivaisti e produttori, accuratamente selezionati e provenienti anche dall’estero. Tra questi, il Podere Restelli di Olgiate Olona (VA), azienda orticola e di floricoltura nata nel 1885 dalla passione di due fratelli aristocratici milanesi e conosciuta per la produzione di piante rare, arbusti perenni e fiori selvatici; il Vivaio Giardino Tara, piccola azienda sulle rive del lago di Bolsena (VT) le cui collezioni in produzione sono magnolie, hydrangea, punica granatum, styrax e calycanthus; e ancora, nel fine settimana della Festa della Donna non mancherà Pépinières Cavatore, vivaio del sud della Francia specializzato in mimose delle quali conserva e coltiva oltre 180 varietà provenienti da Australia, Sudafrica e America Latina.

Oltre alle numerose specie floreali, ci saranno arredi per la cura dell’orto; sementi; libri dedicati al verde e illustrazioni botaniche; e poi, gioielli realizzati con foglie e fili d’erba. Tra le novità, grembiuli, borse e accessori per la casa e il giardino realizzati dal laboratorio artigianale Viamartinella e orecchini, braccialetti e ciondoli creati da Federica Lovrecic con l’erba capim dourado tipica del Brasile, il sughero del Portogallo e i semi dell’Amazzonia.

Arricchiranno la mostra mercato interessanti incontri. Tra gli appuntamenti da non perdere: sabato 7 marzo alle ore 15 Anna Peyron racconterà in anteprima le curiosità del suo libro di prossima uscita Il romanzo della rosa (add editore) con storie di uomini, donne e artisti accomunati dalla passione per la “regina del giardino”; alle 16 Maria Mannone, laureata in Fisica teorica e Ph. D. in Composition, parlerà di Alberi e sinfonie: quando la matematica crea ponti e dà suono alle forme e spiegherà la corrispondenza tra una foglia e una melodia, tra strutture vegetali e partiture musicali attraverso la matematica, la geometria e la dinamica del movimento. Per illustrare tale legame la studiosa, servendosi di una tastiera, “tradurrà in note” lo sviluppo dell’antico platano di Villa Necchi; ancora, domenica 8 marzo alle 11 Beatrice Consonni, vivaista di lunga data, offrirà una panoramica sapiente degli arbusti a fioritura invernale nella straordinaria varietà delle loro cortecce, dall’acer griseum alla betula alba spider alley, dal cornus sanguinea al prunus serrula; alle 12.30 Umberto Castiello, professore ordinario di Psicobiologia e Psicologia fisiologica nel Dipartimento di Psicologia generale dell’Università di Padova, parlerà del suo saggio La mente delle piante – Introduzione alla psicologia vegetale (Il Mulino), uno sguardo inedito sull’attività cognitiva delle piante alla luce della loro capacità di ricordare, muoversi, decidere, orientarsi, interagire e comportarsi in modo opportunista, generoso o truffaldino.

 

Infine, in concomitanza con Un soffio di primavera Lilla Tabasso, biologa e designer milanese, presenterà la mostra Fragile melanconia con alcune sorprendenti composizioni in vetro che illustrano le fioriture come espressione della bellezza del mondo naturale e come metafora di caducità e fragilità esistenziale. Si ringrazia per l’iniziativa la Galleria di vetro contemporaneo di Caterina Tognon. Progetto realizzato grazie al contributo di Andrea Zegna.

 

Con il Patrocinio del Comune di Milano.

Il calendario “Eventi nei Beni del FAI 2020” è reso possibile grazie al fondamentale sostegno di Ferrarelle, partner degli eventi istituzionali e acqua ufficiale del FAI, e al prezioso contributo di PIRELLI che conferma per l’ottavo anno consecutivo la sua storica vicinanza alla Fondazione. Grazie a Golia Herbs che rinnova nel 2020 il suo sostegno agli eventi verdi.

Villa Necchi Campiglio è museo riconosciuto da Regione Lombardia.

 

Giorni e orari: sabato 7 e domenica 8 marzo 2020 dalle 10 alle 18

 

Biglietti: manifestazione: intero 7 €; iscritti FAI, ridotto 6-18 anni e studenti fino a 25 anni 4 €

Villa e manifestazione: intero 18 €; iscritti FAI 4 €; ridotto 6-18 anni 6 €; studenti fino a 25 anni 8 €

 

Per informazioni: Villa Necchi Campiglio, via Mozart 14, Milano; tel. 02.76340121; fainecchi@fondoambiente.it

 

www.fondoambiente.it – www.villanecchicampiglio.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here