L’86% degli italiani risparmia, ma non vuole investire.

0
174

L’86% degli italiani riesce a mettere qualcosa da parte ogni mese, rispetto ad una media europea pari al 75%. A metterlo in evidenza è un’indagine realizzata questo mese da Ener2Crowd, la startup italiana che sta rivoluzionando gli investimenti nella sostenibilità ambientale ed energetica.

Insomma i nostri connazionali tornano ad accumulare e risparmiano più di prima. Su un campione di mille uomini e mille donne di età compresa tra i 18 ed i 64 anni distribuiti lungo tutto lo Stivale ed intervistati da Ener2Crowd, la propensione al risparmio risulta pari al 12% del reddito con un incremento del 4% rispetto alla percentuale rilevata per l’anno precedente.

«È la percentuale più alta d’Europa» commentano gli analisti di Ener2Crowd. Ma il 64% degli intervistati si mostra insoddisfatto dai classici investimenti proposti dalle banche o dagli intermediari finanziari, sfiduciati dai crac del passato e scontenti dai tassi di interesse ormai irrisori.

«Sta invece crescendo la consapevolezza degli italiani sulla necessità di affiancare all’analisi dei classici rischi economico-finanziari anche il monitoraggio di fattori ambientali, sociali e di governance» puntualizza Giorgio Mottironi, cso e co-fondatore di Ener2Crowd.

Ad aprire nuovi orizzonti è proprio l’«energy crowdfunding» di Ener2Crowd, destinato a sostenere la crescita del «lending» grazie ai progetti proposti al «crowd», ovvero a tutti i cittadini che potranno così diventare dei «greenvestor», con una previsione di investimenti per circa un milione di euro nei prossimi 5 mesi, da novembre 2019 a marzo 2020, su una pipeline totale di circa 5 milioni di euro prevista entro la fine del prossimo anno.

Da alcuni giorni i responsabili hanno pubblicato i primi progetti sul portale www.ener2crowd.com. Il primo progetto in assoluto è quello proposto da «Samso SpA», una Energy Service Company (E.S.Co.) che ha portato l’Italia a posizionarsi tra i primi paesi mondiali nella produzione di energia da fonti rinnovabili.

«Le performance tecniche sono estremamente stabili e prevedibili perché si tratta di una soluzione da tempo a mercato, aspetto molto importante sia per noi di Ener2Crowd che per Samso SpA, in quanto vogliamo da subito instaurare un rapporto trasparente e di fiducia con le persone che vorranno seguirci in questa rivoluzione del mondo degli investimenti» sottolinea Niccolò Sovico, ceo e co-fondatore di Ener2Crowd.

Il progetto ha per obiettivo la realizzazione di un impianto di illuminazione a led con contratto di «servizio energia» presso una società leader mondiale nella produzione di batterie, della durata di 8 anni, che si concluderà con l’acquisto finale dei beni, associando per i primi 500 investitori un rendimento del 6,5% lordo annuo per 4 anni.

Il valore ambientale ed energetico è estremamente rilevante: la realizzazione dell’impianto permetterà un risparmio nei consumi finali di 845.500 kWh all’anno e porterà ad una riduzione annua di 365 tonnellate di emissioni di CO2, pari all’effetto che avrebbe la piantagione di 36.500 alberi, un numero tale da coprire 185 campi da calcio. Insomma è come se si evitasse l’emissione di CO2 di 255 automobili.(AJ-Com.Net)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here