Con il Cuore ad Assisi, un successo di amore e di fraternità.

0
79

La solidarietà dei frati di Assisi ‘Con il cuore, nel nome di Francesco’ conquista gli italiani. La serata televisiva ha raggiunto oltre 2,5 milioni di spettatori pari al 12.3% di share. La maratona benefica – ha dichiarato il direttore della Sala Stampa del Sacro Convento di Assisi, padre Enzo Fortunato – continua fino al 1° luglio. Per aiutare le missioni francescane in Italia e nel mondo basta inviare un sms o chiamare da rete fissa al 45515. Un grazie speciale all’Amministratore Delegato Rai, Fabrizio Salini, al direttore di Rai1, Teresa De Santis, al Capo Struttura Rai, Angelo Mellone, a Carlo Conti, agli artisti che hanno ‘prestato’ la loro voce per san Francesco e a quanti stanno rendendo possibile questo miracolo d’amore e solidarietà. Avevamo bisogno, in questo momento particolare, di ascoltare storie che ci aprissero il cuore agli altri, agli ultimi. Grazie a tutti coloro che sostengono, e vorranno continuare a farlo, non solo le missioni francescane ma anche le realtà che Papa Francesco, attraverso il segretario di Stato della Santa Sede, Cardinale Pietro Parolin, e la Conferenza Episcopale Italiana ci hanno indicato”. Domenica 16 giugno alle 15.50 la replica su Rai1.

 

Sarà possibile sostenere la campagna di solidarietà dei frati del Sacro Convento di Assisi, per poveri e dimenticati in Italia e nel mondo, con SMS e chiamate da rete fissa al 45515 dal 1° giugno al 1° luglio. Il valore della donazione sarà di 2 euro per ciascun SMS inviato da cellulare Wind Tre, TIM, Vodafone, PosteMobile, Iliad, Coop Voce e Tiscali. Oppure dona 5 euro al 45515 per ciascuna chiamata da rete fissa TWT, Convergenze, PosteMobile e di 5 o 10 euro da rete fissa TIM, Vodafone, Wind Tre, Fastweb e Tiscali.

 

L’iniziativa è promossa dal Sacro Convento di Assisi e dall’Istituto per il Credito Sportivo. Alla sua realizzazione hanno contribuito Fria, Poste Italiane e TIM. La produzione del programma “Con il Cuore, nel nome di Francesco” è affidata alla Rai con il patrocinio di Regione Umbria, Provincia di Perugia e Comune di Assisi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here