A Binasco c’è l’Assessorato alla Gentilezza.

0
188

Il Comune di Binasco ha accolto l’invito delle associazioni Cor et amor e del Movimento Mezzopieno di riconoscere alla consigliera Teresa Alba Giovanna , la delega alla Gentilezza. La proposta si inserisce nell’ambito della Giornata nazionale dei giochi della gentilezza che si terrà in tutta Italia il 22 settembre.

 

La Giornata nazionale dei giochi della gentilezza è nata per il coinvolgimento dei bambini, delle scuole e delle amministrazioni di tutta Italia in un momento di gioco e sensibilizzazione sulla gentilezza. La ricorrenza è promossa dall’associazione Cor et amor, che si occupa di favorire il benessere e una crescita serena di bambini e ragazzi, insieme al Movimento Mezzopieno, la rete italiana per la diffusione della positività. Con la partecipazione della Cooperativa Sociale Quel posto che cerchi c’è Onlus (per il Veneto), l’Associazione sportiva dilettantistica C’era una volta (per le Marche) di Legambiente e del CAI e con il Patrocinio di 145 Comuni italiani.

 

Dal 2017 la Giornata nazionale dei giochi della gentilezza affronta ogni anno una differente conoscenza riguardante la gentilezza: la pace, la gratitudine e per il 2019 il tema sarà la buona educazione e si svolgerà domenica 22 settembre, ma i giochi potranno essere organizzati, per una più ampia partecipazione possibile tra venerdì 20 e lunedì 23 settembre 2019. L’edizione del 2019 ha ricevuto il Patrocinio di Legambiente (con cui si è instaurata una collaborazione in occasione di Puliamo il mondo che si svolgerà nello stesso periodo), del CONI e di numerosi Comuni Italiani. Ai Sindaci, anche l’invito ad istituire l’Assessorato alla gentilezza, assegnando ad assessori o consiglieri una delega alla gentilezza, un incarico a costo zero, ma dal grande valore simbolico. Ad oggi sono diversi sindaci italiani che hanno scelto di nominare un delegato alla gentilezza, qui l’elenco completo:  http://www.igiochidellagentilezza.it/1/delega_alla_gentilezza_1425384.html

 

Lo scopo della Giornata dedicata alla gentilezza è quello di trattare quattro aspetti: il comportamento, l’ambiente e il decoro pubblico, la sicurezza stradale e l’attenzione per la disabilità. La “buona educazione” potrà essere affrontata approfondendo: le buone maniere nella quotidianità; tenere puliti gli ambienti e gli spazi in cui si vive; muoversi per strada in sicurezza; prendersi cura delle persone più fragili.

 

Nella giornata sarà coinvolto tutto il territorio nazionale. Le attività ludiche potranno essere organizzate ovunque: edifici scolastici, impianti sportivi, pluriuso, parco giochi, parchi pubblici, spiagge, abitazioni private, se le attività ludiche sono organizzate in un contesto famigliare, piazze, sono esempi di luoghi ove poter svolgere un Gioco della Gentilezza.

 

“Quest’anno vogliamo superare i 22.500 partecipanti – commenta Luca Nardi, presidente dell’Associazione Cor et Amor – e promuovere, coinvolgendo i media e gli esperti del settore, l’importanza di educare i bambini e i ragazzi alla gentilezza sin da piccoli, attraverso la collaborazione tra le diverse figure educative famiglia, istruzione e tempo libero, affinché possano crescere e diventare adulti felici, attenti al benessere della propria comunità. Educare oggi alla gentilezza, è un investimento etico, a breve e lungo termine. Oltre che nel presente, i benefici potranno essere colti nel lungo periodo, tra 20 o 30 anni, quando i bambini di oggi, saranno cresciuti e aggirano attivamente per mettere in pratica quanto appreso da piccoli”.

 

Sono già 22 i comuni e le scuole che hanno già aderito e confermato la propria partecipazione alla Giornata nazionale dei giochi della gentilezza 2019, ma l’invito è ancora aperto: c’è infatti tempo fino al 19 settembre per compilare il form sul sito www.igiochidellagentilezza.it. La partecipazione alla giornata è gratuita e sono invitati ad aderire scuole, singole classi, associazioni, comuni, famiglie e gruppi informali per il coinvolgimento di bambini e ragazzi fino a 14 anni.

L’adesione consente di fare conoscere l’attività attraverso la piattaforma web, di valorizzare l’attività ludica proposta e chi la organizza e di creare una rete di enti, associazioni, famiglie, scuole (o classi), accomunate dal riconoscere la gentilezza come opportunità di benessere per i bambini e i ragazzi.

Ciascuna realtà organizza, in piena autonomia, la propria attività ludica che intende proporre a bambini e/o ragazzi ed è responsabile del suo buon svolgimento. Le attività proposte possono essere di tipo, motorio, artistico, musicale, sportivo, culturale, possono durare pochi minuti o tutta la giornata.

A conclusione delle attività verrà chiesto alle realtà del territorio di condividere immagini, video, elaborati, disegni, racconti, con l’Associazione Cor et Amor. Che creerà una grande memoria condivisa in rete, sulla piattaforma web www.igiochidellagentilezza.it e sulla pagina Facebook “22 settembre Giornata nazionale dei giochi della gentilezza”: www.facebook.com/22settembreGNGG

 

I Giochi della gentilezza da proporre

 

Gli organizzatori possono scegliere il tipo di attività ludica da proporre, tra quattro opzioni:

1 – Giocopedia il libero manuale online dei Giochi della Gentilezza, curato dall’Associazione Cor et Amor dove vengono condivisi, dagli utenti, i Giochi della Gentilezza. Sarà una fonte da cui attingere I Giochi della Gentilezza.

2 – Giochi nuovi Ogni partecipante, a seconda delle finalità sociali che persegue, può creare propri Giochi della gentilezza. Sapendo che ogni attività può essere un Gioco della Gentilezza, purché volta al benessere ed alla crescita della persona. Sarà gradita la condivisione del gioco creato su Giocopedia della gentilezza.

3 – Programmazione l’Associazione Cor et Amor, dal mese di agosto, proporrà una programmazione di attività ludiche da svolgere durante le 4 giornate, tra cui poter scegliere.

4 – Contestualizzare le attività ludico-sportivo-ricreative già programmate. Ad esempio una partita amichevole di pallavolo, già prevista per il 22 settembre, potrebbe divenire “la partita della gentilezza”, in cui oltre alle abilità tecniche si mettono in atto comportamenti gentili oppure una festa patronale potrebbe divenire l’occasione per proporre “giochi tradizionali gentili”, oppure un problema di matematica, assegnato come compito il venerdì, potrebbe divenire un “problema per la gentilezza”.

 

 

I numeri della Giornata nazionale dei giochi della gentilezza

 

Dalla prima Giornata nazionale dei giochi della gentilezza si è passati da circa 6.000 bambini partecipanti a 22.500 dell’edizione 2018.

198 comuni italiani hanno dato il loro patrocinio tra questi anche delle città come Roma, Firenze, Torino, Genova, Napoli, Palermo, Aosta, Cagliari.

11 regioni Abruzzo, Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Piemonte, Puglia, Toscana, Umbria, Sardegna, Valle d’Aosta, Campania; il World Kindness Moviment, l’Autorità Garante per l’Infanzia e Adolescenza, Legambiente e la Camera dei Deputati.

A questo si aggiungono organizzazioni come il Cip nazionale e il CONI con sei federazioni sportive.

In ultimo, nel corso degli anni si sono aggiunti diversi testimonial come: Andrea Caschetto, Cristina Milani, Iacopo Melio, Saverio Tommasi, Luca Raggiano, Silvia Selo, Luca Streri, accomunati da un approccio alla vita particolarmente caratterizzato dalla “gentilezza”.

 

I testimonial

 

I testimonial della 4° Giornata nazionale dei giochi della gentilezza, saranno scelti sulla base dei quattro ambiti tematici che saranno affrontati durante la ricorrenza del 2019. Ad oggi hanno già accettato di essere testimonial della 4° Giornata: Antanas Mockus, ex Sindaco di Bogotà, che attraverso alcuni giochi sociali contribuì a migliorare la qualità di vita della propria città), Sandro Bozzolo, di Cuneo, che ha contribuito a fare conoscere Mockus in Italia, Maurizio Pitti, vigile urbano a Ivrea, che diffonde la sicurezza stradale nelle scuole, promuovendo il Bicibus, Fulvio Fino, di Marina di Campo, che regala tanti sorrisi ai bambini attraverso la Giostra Ecologica, Paola Gianotti, ciclista da record, promuove messaggi positivi, come il rispetto dei ciclisti sulle strade, Lara Schialvino, da quest’anno Assessore alla gentilezza della Città di Rivarolo (TO).

 

L’invito ai Sindaci italiani: istituire l’Assessorato alla gentilezza

 

Nell’ambito della Giornata nazionale dei giochi della gentilezza si intende sensibilizzare i Sindaci dei comuni italiani con l’invito ad istituire l’Assessorato alla gentilezza, assegnando ad assessori o consiglieri comunali una delega alla gentilezza, un incarico a costo zero, ma dal grande valore simbolico.

La proposta ai Sindaci italiani avanzata dalle associazioni promotrici della Giornata è quindi di incaricare un assessore, o un consigliere sensibile al benessere di tutti, di occuparsi della buona educazione, del rispetto verso il prossimo e la cosa pubblica, di sensibilizzare i cittadini ai comportamenti positivi, a prendersi cura di chi soffre (es i malati, o le persone sole), o è in difficoltà (chi ha perso il lavoro, disabili, anziani, genitori separati con figli), ad accrescere lo spirito di Comunità, oltre che favorire l’unità, a coinvolgere i propri concittadini e le associazioni in iniziative di cittadinanza attiva per il bene comune. Con la gentilezza è possibile prevenire e correggere molti comportamenti che danneggiano il vivere sereno di una comunità.

I comuni sono elencati qui: http://www.igiochidellagentilezza.it/1/delega_alla_gentilezza_1425384.html

 

La Promazione

 

Per rafforzare i comportamenti positivi, le buone pratiche e contribuire a prevenire quelli scorretti, le associazioni promotrici invitano i Comuni Italiani, in particolar modo quelli che hanno riconosciuto la Delega alla Gentilezza e/o il patrocinio alla Giornata Nazionale dei Giochi della Gentilezza, a svolgere sul proprio territorio, Promazione, il gioco pensato dal team di ricercatori dell’Associazione Cor et Amor, durante le giornate dal 20 al 23 Settembre 2019.

Con il neologismo Promazione si intende il riconoscimento di un comportamento positivo come buon esempio da parte dei Vigili Urbani, del Sindaco o degli Assessori. L’obiettivo è valorizzare chi rispetta le regole e si comporta educatamente verso il bene pubblico e gli altri cittadini e rinforzare le azioni con forte senso civico, contribuendo così a creare un ambiente sociale in cui i bambini possano imitare i comportamenti positivi.

Maggiori informazioni sul gioco della Promazione sul sito: www.giochidellagentilezza.it

 

L’Associazione culturale Cor et Amor

 

L’Associazione culturale Cor et Amor, si occupa di favorire il benessere e una crescita serena di bambini e ragazzi. Per questo promuove la conoscenza e la pratica della gentilezza nella quotidianità. Il gioco (I Giochi della Gentilezza) è il canale comunicativo privilegiato. Opera localmente in Canavese (To), attraverso progetti, volti a favorire un cambiamento positivo del modo di pensare delle Comunità Locali. In tutta Italia, invece, opera tramite il web, gestendo Giocopedia della gentilezza (il libero manuale online su I Giochi della Gentilezza) , oltre a coordinare la comunicazione della Giornata nazionale dei giochi della gentilezza.

Info: www.coretamor.it

 

Il Movimento Mezzopieno

 

Mezzopieno è la rete italiana della positività, un collettivo di associazioni, aziende, scuole, giornalisti, insegnanti, ricercatori, artisti e persone comuni impegnate dal 2005 nella diffusione della cultura della positività.

Dal 2014 Mezzopieno realizza il primo free press di sole buone notizie Mezzopieno News e porta nelle scuole di tutta Italia il primo TG delle Buone Notizie realizzato dai ragazzi durante laboratori didattici di positività e di comunicazione gentile.

Con la campagna “Parità di informazione positiva” il movimento sta portando avanti insieme a giornalisti, accademici, insegnanti ed esperti del mondo della comunicazione, una proposta per riformare il mondo dell’informazione e dei media e restituire loro il ruolo di strumenti a servizio della comunità e per il benessere della società. Il confronto e la Campagna intendono riflettere ed elaborare buone pratiche sul giornalismo costruttivo, le buone notizie e analizzare il loro effetto sulla capacità di interpretare il mondo e la sua pluralità.

Info: www.mezzopieno.org

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here