Settembre in casa Milan, fra bilanci e programmi

0
80

Un allenatore ed un sistema di gioco nuovi, la “numero 9” finalmente sulle spalle di Krzysztof Piątek con annessi auguri di Pippo Inzaghi su Mediagol, a smentire la “maledizione del 9”, un portiere giovanissimo che a soli 20 anni conta già 144 presenze in serie A e 14 con la Nazionale maggiore, tante certezze e qualche novità in difesa, fra cui il “rientro” in rosa di Theo Hernandez, primo acquisto estivo, come ci racconta Milan Live, ma subito  bloccato da un infortunio. Sono svariati gli elementi di novità che accompagnano questa stagione 2019/2020 del Milan targato Giampaolo e diretta dall’alto da due guru rossoneri come Boban e Maldini.

Entusiasmo e curiosità

Insomma gli elementi per cui essere contenti ed entusiasti abbondano in casa Milan. La transizione da Gattuso (positivo l’anno scorso) a Giampaolo è piaciuta, e tanto, ai tifosi rossoneri, il tecnico italo-svizzero è garanzia di bel gioco, di un attacco prolifico e di una squadra che tende a fare possesso palla, il tutto condito da una dose di tranquillità che l’ex Sampdoria riesce ad infondere a tutto l’ambiente. Aggiungiamoci poi anche i ritorni di Jack Bonaventura, le conferme di Paquetà e Suso (quest’ultimo in estate protagonista di gossip di mercato) e l’acquisto del giovane Leao che fanno aumentare le speranze per i rossoneri per un possibile piazzamento che li qualifichi nuovamente in Europa League, ma non solo, c’è chi come Unibet, inserisce la squadra di Milanello fra le prime quattro, assieme a Inter, Juventus e Napoli. Una rosa giovane, con una media che non raggiunge i 25 anni ed un bilancio trasferimenti che ha visto sborsare ben 65 milioni, il “roaster” messo a disposizione di Mister Giampaolo sembra essere completo. Sembra.

Una possibile sorpresa a gennaio

La qualità richiesta da Giampaolo è arrivata, Bennacer e Krunic hanno portato piedi e gamba al centrocampo rossonero, ma Maldini non sembra volersi fermare qui. Incassate le dimissioni di Leonardo, che aveva comunque dato ampia dimostrazione di professionalità, l’ex capitano del Milan prepara (forse) un colpo a sorpresa per gennaio 2020 coadiuvato dallo Chief Football Officer Boban. Secondo Il Milanista.it il piano di mercato del Milan si snoda in due momenti chiave, autunno e gennaio. In autunno, la coppia Maldini-Boban con la società, prevede di confermare vari big, fra tutti Bonaventura Donnarumma e Suso e procedere poi via via con adeguamenti e rinnovi. Tutto ciò per arrivare a gennaio con le idee chiare ed un po’ di soldi in più. Avrebbero parlato per molto tempo Maldini e Elliott proprio riguardo ad un possibile colpo ad effetto a gennaio. Forse l’unico reparto che preoccupa leggermente non per qualità, bensì per quantità, è la difesa. Romagnoli e Musacchio sono gli “unici” reali difensori centrali, poi si aspetta Caldara di ritorno dall’infortunio e c’è da essere pazienti con i giovani Duarte (classe ‘96) e Gabbia, addirittura diciannovenne.

Senza ombra di dubbio il Milan è fra le società più attive sul calciomercato, nonostante il duro colpo dell’esclusione dall’Europa League, che ha costretto lo staff a ridimensionarsi e a dedicare maggiore importanza al “fair play” finanziario. Vediamo se il DS Maldini, in coppia con il suo ex compagno di squadra, saprà intervenire con la sua classica scivolata anche nel calcio mercato, regalando un colpo da 90 ai tifosi rossoneri a gennaio, con l’aggiunta del colpo di genio di “Zvone”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here