Olimpia, vittoria in scioltezza su Torino.

0
129

L’Olimpia risolve la partita già nel primo quarto attaccando la gara con un parziale di 11-0 che cancella subito le velleità di Torino. Arrivano il primo over 20 in maglia Olimpia di Amedeo Della Valle, l’8/8 dal campo di Kaleb Tarczewski e un 110-91 con cinque uomini in doppia cifra senza apprensioni che permette a Coach Simone Pianigiani di risparmiare Jeff Brooks (in panchina ma non utilizzato, con qualche problema al ginocchio) e di fermare per una gara oltre ad Alen Omic anche Vlado Micov. Inappuntabile l’approccio, sicura la lucidità con la quale l’Olimpia si è impossessata della gara chiudendo 110-91 con il debutto di Vittorio Lazzari.

IL PRIMO TEMPO – Torino parte 4-0 con due iniziative del centro Jaiteh, un rimbalzo d’attacco e due tiri liberi. Poi però l’Olimpia si mette al lavoro, alza i ritmi, spara un parziale di 11-0 e vola via. Kaleb Tarczewski (4/4 con tre schacciate, nonostante i due falli lo portino in panchina prima del previsto) domina dentro l’area, poi Kuzminskas e Della Valle, supportati da James, allungano con decisione. Il punteggio si alza, Torino trova qualche  canestro di Dallas Moore, ma alla fine del primo quarto è 35-22 con Mike James (sette punti e quattro assist) a chiudere il parziale con un colpo da biliardo per eludere l’aiuto di Cusin. Anche dopo i cambi di Coach Pianigiani, l’Olimpia non riduce i giri del motore, anzi nel tiro da tre diventa ancora più letale. Nedovic mette i primi tre tentativi, poi segnano in sequenza anche Cinciarini, Jerrells e Nunnally. A metà del secondo quarto, è 52-26. Milano fa 10/17 da tre alla fine del tempo, Nunnally smazza tre assist e a dispetto di qualche sbavatura per eccesso di confidenza, l’Olimpia comanda 61-34 all’intervallo.

IL SECONDO TEMPO – Torino prova a muovere la palla, trova qualche buon canestro ma viene mantenuta a distanza dalle triple di Della Valle, che ne mette due dall’angolo, poi ruba anche palla sulla rimessa. Il vantaggio tocca i 29 punti, poi Torino segna qualche canestro facile perché Milano smette di rientrare o difendere come nel primo tempo, inoltre senza Tarczewski in campo (protetto causa falli), a rimbalzo la copertura è meno ermetica. McAdoo riduce il gap a meno 22 poi Kuzminskas a rimbalzo e Cinciarini dalla lunetta allungano nuovamente a più 24, poi sono 23 alla fine del terzo, 83-60 con Tarczewski a quattro falli. E’ Peppe Poeta con una tripla frontale a riportare il divario a quota venti in avvio di quarto periodo. Fontecchio risponde con la stessa arma, poi Jerrells allunga a più 25, Kaleb Tarczewski firma il più 30 in una serata senza errori e il finale diventa facile. 110-91 il finale.

Così Coach Simone Pianigiani ha parlato ai media dopo la vittoria con Torino: “L’approccio è stato giusto, soprattutto per come abbiamo costruito i tiri e come siamo stati solidi in difesa nel primo tempo, perché loro hanno talento, e averli tenuti attorno ai 30 punti è stato importante. Poi alla lunga abbiamo un po’ abbassato i ritmi, ma ci stava perché sappiamo tutti cosa ci aspetta da domani e soprattutto all’orizzonte c’è un ciclo di cinque gare in dieci giorni di cui tre di EuroLeague e gli scontri con seconda e terza del campionato. Ho tenuto fermo Brooks perché fisicamente era un po’ borderline”. Due parole anche su Dairis Bertans: “Sono contento per lui e per come la società è stata speciale nel permettergli di coronare questo sogno. Lui è un ragazzo che ci ha dato tanto in questi due anni, non solo come rendimento, ma anche per come ci ha aiutato a costruire il gruppo. Ho sempre detto che molti di questi giocatori stanno vivendo la miglior stagione della carriera. Vale anche per Dairis e ora raccoglie i frutti del lavoro andando nella NBA. E’ bello anche per noi”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here