Milano al settimo cielo, la Revivre Axopower schianta Monza 3-0.

0
86

È la Revivre Axopower Milano ad aggiudicarsi il derby lombardo della settima giornata di ritorno, mettendo in campo una prestazione di altissimo livello che non lascia dubbi sui valori in campo! Secco 3-0 per i ragazzi di Andrea Giani che dominano per tutto il match (16-25, 21-25, 19-25 i parziali) e conquistano quei tre punti determinanti per la classifica, rispedendo l’attacco di Verona (che torna a -4) e accorciando sul quarto posto di Modena, ora distante solo 3 punti.

Non c’è stata mai partita alla Candy Arena di Monza, dove Matteo Piano e compagni hanno messo pressione agli avversari fin dal primo pallone. Terrificante, a livello tecnico e mentale, l’inizio della gara, con Milano a piazzare un filotto di punti che costringe Soli, tecnico dei brianzoli, già sull’1-9 a spendere il suo secondo time out. È un solco che Monza non saprà ricucire e che mina le certezze dei padroni di casa, incapaci di mettere in difficoltà la compagine ambrosiana, che svetta in attacco e domina in difesa. Gira tutto bene per Milano che, in soli tre set, riesce a portare tre giocatori in doppia cifra: la distribuzione del gioco di Sbertoli consente a Nimir, Maar e Clevenot di piazzare rispettivamente 16, 19 e 12 punti. La Powervolley ha però giocato una grande gara, vincendo i confronti con Monza anche a muro (8 block totali contro i 5 di Vero Volley) e al servizio (8 ace contro 5). La Revivre Axopower si gode così la vittoria e la gioia del derby e vendica la sconfitta patita nel girone d’andata, ma soprattutto trova il settimo successo consecutiva. Questa volta non al tie break, come accaduto nelle ultime due uscite contro Castellana e Sora, ma un 3-0 (il quarto della stagione) che fortifica le qualità della squadra guidata da coach Giani.

Vittoria di squadra in cui emerge la prova di gruppo di questa Milano, con Nimir, MVP scelto del match, che trova la lucidità per analizzare la gara. «Sono molto contento perché abbiamo vinto in maniera evidente contro una squadra che ha molta qualità – commenta l’olandese –. Siamo orgogliosi di quanto abbiamo fatto, perché ognuno ha messo in campo il 100%, per questo credo che il premio di MVP dovesse meritarlo Maar, che oggi ha fatto veramente una grande prova in attacco». Lucido e sincero il numero 1 della squadra biancorossa che si gode la vittoria e la sua squadra a quota 39, a +4 su Verona e a -3 dal quarto posto di Modena (complice la sconfitta dei canarini contro Perugia).

Primo set:

Primo allungo Milano che si porta sullo 0-4 con Kozamernik, due volte Maar e il mani out di Nimir. Milano non si ferma ed ancora Maar attacca la diagonale dello 0-6. È di Piano il muro del 1-8, seguito dall’ace di Nimir per il +8 che costringe Soli a chiamare il secondo time out già al 10° scambio. La Revivre Axopower allunga ancora sull’errore da seconda linea di Plotnytskyi (2-11), con Clevenot e Nimir ad assicura un fluido cambio palla ai milanesi (5-14). Doppio cambio Milano con Hirsch e Izzo per Sbertoli e Nimir (8-17), Ace di Maar per +10 Milano, cui seguo il muro di Piano su Buchegger (8-19). Ancora Piano a muro per il 9-20, che trova la risposta di Monza con l’ace di Dzavoronok (11-20). Pipe di Clevenot per il 14-23, poi è Maar a chiudere con il mani out del 16-25.

Secondo set:

Ace di Nimir in apertura (1-1), con le due squadre a lottare nei primi scambi del parziale (5-5). Monza piazza il break con il doppio punto di Plotnytskyi (7-5), ma Milano non molla e trova il pareggio con Maar (10-10). Nuovo break Monza con l’ace di Dzavoronok (12-10), ma Milano risponde trovando il muro di Sbertoli per il 12-13. Ace di Clevenot con il contrattacco chiuso da Nimir per il 16-18. Ace dell’olandese per il 17-20, che si ripete subito dopo per il punto numero 21. Ancora Clevenot a trovare la parallela che consegna a Milano 4 palle set (20-24), chiuso 21-25 sull’invasione aerea di Monza.

Terzo set:

Maar e Nimir continuano a spingere anche nel terzo set, trovando le risposte di Plotnytski e Dzavoronok per il 5-5. Kozamernik trova l’ace per il 9-10, mentre Piano e Nimir stoppano Dzanoronok a muro (9-11). Smash di Maar per il punto numero 12 (+3 Milano), che diventa +4 sull’errore in diagonale di Dzanoronok (11-15). Monza non molla e con Ghafour si porta sul 14-16, ma Kozamernik non ci sta e mura Dzavoronok (14-17). Ace di Clevenot per il 15-20 di Milano, con Maar a colpire in diagonale ed assicurare il +5 Milano (17-22). Ancora Maar per il 19-24, con Clevenot per il mani out del definitivo 3-0 (19-25).

 

IL TABELLINO

Vero Volley Monza – Revivre Axopower Milano: 0-3

Parziali: 16-25, 21-25, 19-25

Vero Volley Monza: Calligaro, Dzavoronok 12, Orduna 1, Galliani, Arasomwan 1, Rizzo (L), Ghafour 8, Botto, Yosifov 4, Beretta 7, Plotnytskyi 8, Buchegger 2. N.e.: Buti, Picchio (L). All. Soli.


Revivre Axopower Milano
: Nimir 16, Kozamernik 6, Izzo, Sbertoli 2, Maar 19, Hirsch, Piano 4, Bossi, Clevenot 12, Pesaresi (L). Ne: Hoffer (L), Basic, Gironi. All. Giani

NOTE

VERO VOLLEY MONZA: 5 muri, 2 ace, 8 errori in battuta, 38% in attacco, 40% (23% perfette) in ricezione.

REVIVRE AXOPOWER MILANO: 8 muri, 8 ace, 8 errori in battuta, 54% in attacco, 46% (32% perfette) in ricezione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here