Inter, D’Ambrosio e Nainggolan stendono la Sampdoria, rosicchiati altri 2 punti al Napoli. Marotta apre al rinnovo di Icardi.

0
383

L’Inter ha battuto la Sampdoria a San Siro per 2-1, nella 24/a giornata del campionato di calcio di Serie A. D’Ambrosio ha sbloccato il risultato al 28′ del secondo tempo, Gabbiadini ha pareggiato al 30′, Nainggolan ha deciso il match al 33′.

“Ho gradito la presenza di Icardi a San siro ma avrei gradito ancora di più se fosse venuto a trovarci negli spogliatoi, per festeggiare con i compagni una vittoria difficile e importante. Lui fa parte di questo gruppo e penso sia felice come noi”. Lo dice Luciano Spalletti, a Sky Sport, al termine della partita vinta dall’Inter contro la Sampdoria. “Ci sono da fare ulteriori passaggi, bisogna che venga a salutarci negli spogliatoi – aggiunge – e viva con la squadra la felicità di fare questo lavoro”.

“Sul 2-1 dell’Inter c’era un fallo commesso da Perisic su Ekdal. Era un intervento clamoroso e dispiace perché poi a casa non ti porti niente, dopo una partita maiuscola”. Marco Giampaolo non ci sta. La Sampdoria non meritava di perdere contro l’Inter a San Siro e, a fine partita, recrimina, affermando che il gol di Nainggolan era viziato da un fallo. “Partita che non bisognava mai perdere – continua – per come la squadra ha giocato. Se non porti a casa il risultato positivo dopo una prestazione di questo livello non puoi essere soddisfatto. E’ mancata furbizia. A San Siro i raccattapalle sono abituati a rimettere la palla in campo velocemente, ti rubano il tempo”.

“Non c’è mai stata tensione abbiamo preso una decisione, ma non è stata punitiva. Un avvicendamento che gli abbiamo motivato perché pensavamo che fosse un bene per tutti. I capifamiglia alle volte devono assumere decisioni antipatiche, ma è un percorso di crescita e rafforzamento anche di Icardi stesso”: lo dice l’ad dell’Inter Beppe Marotta prima del fischio d’inizio della partita contro la Sampdoria commentando la decisione di togliere la fascia a Icardi.

“La decisione di togliere la fascia a Icardi non compromette il suo futuro all’Inter. Il contratto non centra proprio niente. Presenteremo una nostra proposta come giusto”. Lo dice l’ad dell’Inter, Beppe Marotta, prima della partita contro la Samp. “Ci sono ancora due anni e mezzo alla scadenza – aggiunge – ma non vogliamo fare ostruzionismo. Ho promesso a Wanda, quando ci siamo visti, di farle una proposta e la faremo nel giro di qualche settimana. Ora valuteremo che tipo di proposta. Ma è una questione diversa rispetto alla fascia, centrano con le dinamiche del gruppo”.

“Ho chiamato Moratti e gli ho chiesto di aiutarmi a far giocare Icardi. Non ce ne vogliamo andare”: così Wanda Nara in lacrime a Tiki Taka.
E poco dopo è intervenuto telefonicamente l’amministratore delegato nerazzurro Marotta: “Intendiamo stemperare tensione, dare serenità a Icardi e Wanda perché l’ho vista piangere: ci vediamo prestissimo per parlare”.
“Non avrei mai pensato che sarebbe successo. Siamo sempre in contatto con l’Inter ma l’ho scoperto tramite Twitter”, ha aggiunto la moglie e procuratrice di Icardi parlando della decisione dell’Inter di togliere la fascia di capitano al giocatore: “A Mauro hanno tolto una gamba”. (ANSA)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here