Come cambia l’Inter con l’arrivo di Romelu Lukaku

0
282

Dopo settimane di estenuante attesa, è finalmente andata in porto la trattativa finalizzata a portare Romelu Lukaku all’Inter. L’attaccante belga, come raccontato anche dalla Gazzetta dello Sport, giunge a Milano dal Manchester United per un cifra fissa che si aggira attorno ai 65 milioni di euro, cui si andranno ad aggiungere altri 10 milioni di bonus in caso di raggiungimento di determinati obiettivi. L’arrivo del belga cambia non poco le ambizioni del gruppo a disposizione di Antonio Conte che, finalmente, inizia ad assumere una fisionomia ben definita.

 

L’Inter di Conte inizia a prendere forma

Nel corso di queste settimane, i tifosi interisti si saranno sicuramente chiesti perché Antonio Conte abbia insistito così tanto affinché l’Inter riuscisse ad assicurarsi le prestazioni sportive di Romelu Lukaku. La risposta a questa domanda è estremamente semplice: il belga è il giocatore perfetto per il calcio di Conte. Come raccontato anche da FanPage, sin dai tempi in cui era alla guida della Juventus, il tecnico salentino ha sempre scelto il 3-5-2 quale modulo su cui costruire le proprie squadre, con il reparto offensivo composto da una punta centrale estremamente forte dal punto di vista fisico ed una seconda punta rapida, in grado di inserirsi negli spazi. Se nella sua esperienza bianconera questa coppia era composta dal gigante Fernando Llorente e dal minuto Carlitos Tevez, in Nazionale gli uomini scelti erano stati Pellè ed Eder, mentre nella sua ultima esperienza al Chelsea, Conte aveva fatto affidamento su Diego Costa ed Eden Hazard. Lukaku, pertanto, darà enorme fisicità all’intero reparto d’attacco dei nerazzurri, consentendo al contempo a Lautaro Martínez di spaziare sul fronte offensivo e di inserirsi negli spazi che inevitabilmente si andranno a creare alle spalle del belga. Non è un caso, pertanto, che dando un’occhiata alle quote sul calcio di Betfair, ad oggi l’Inter sia considerata la principale rivale di Juventus e Napoli nella lotta scudetto e la sensazione è che l’undici titolare dei nerazzurri sia già in grado di giocarsela alla pari con le dirette concorrenti.

Il punto sul mercato dei nerazzurri

Se con l’addio di Spalletti e l’arrivo di Antonio Conte in molti avevano già pensato che l’Inter avesse deciso di attuare una piccola rivoluzione interna, in pochi avrebbero potuto immaginare che, in così poco tempo, l’undici iniziale dei nerazzurri potesse cambiare in modo così netto e repentino. Se il rapporto con Icardi è ormai giunto ad un punto di non ritorno, nonostante il bomber argentino sembri intenzionato a restare a Milano, le cose con Radja Nainggolan non sono andate in modo molto diverso. Dopo le intemperanze della passata stagione, l’Inter ha infatti deciso di escludere il centrocampista belga dal proprio progetto tecnico e, come raccontato anche da Eurosport, Nainggolan sarà un nuovo giocatore del Cagliari. C’è grande interesse nello scoprire chi prenderà il suo posto in nerazzurro e nonostante Barella sembri essere il suo sostituto naturale, il ds Marotta è alla ricerca di uomini in grado di essere pronti alla causa sin da subito. Nelle ultime ore si è quindi scaldata la pista che porta ad Arturo Vidal, con il cileno che garantirebbe ai nerazzurri un ulteriore salto di qualità sia in termini meramente tecnici che in termini di esperienza e di personalità.La nuova stagione dell’Inter sta per partire ed i tifosi nerazzurri sperano che questa possa essere l’annata giusta per dar vita ad un nuovo progetto duraturo, ricco di soddisfazioni e di successi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here