Da Miror gli occhiali di Lady Gaga.

0
1100

Inaugurato a San Babila l’innovativo store di ottica Miror dall’allestimento ‘spettacolare’ e con modelli dal design unico, come quelli di Gamine realizzati per Lady Gaga e disponibili in esclusiva solo da Miror

Il progetto è stato avviato da Luca Sacilotto, ex ad di gruppo Randazzo (Optissimo)  e Grand Vision Italia.

All’opening era presente anche Floria Fiorucci, sorella del noto stilista

In quello che fu lo storico punto vendita Fiorucci a San Babila, nel cuore di Milano, e sempre all’insegna dell’innovazione, arriva lo store di ottica Miror, un ‘palcoscenico’ di oltre 260 metri quadrati, su due piani, con l’insegna di un cinema americano degli anni ’50, che propone montature uniche, di design e per ogni tasca.

Oltre a Luca Sacilotto e Floria Fiorucci, all’opening erano presenti volti noti e influencer che in un’atmosfera di festa si sono divertiti a provare i modelli più trendy e iconici tra luci e musica.

Da Miror ogni modello esposto ha il potenziale dell’‘instant classic’. A partire dagli occhiali che la popstar Lady Gaga ha scelto per il documentario di Netflix ‘Five Foot Two’: oggetti di design dall’animo sofisticamente punk, ideati dalla giovanissima griffe newyorchese Gamine ma rigorosamente fatti a mano in Italia. Insomma: DNA italo-americano, proprio come Gaga e disponibili in esclusiva solo da Miror; fino alle collezioni adorate da dive del passato come Audrey Hepburn e Grace Kelly, montature dalle forme e dai materiali più inaspettati come il visone, il pizzo o le zip delle cerniere ma c’è anche l’occhiale realizzato con la scansione del volto e stampato in 3d con poliammide.

L’ambiente di Miror fonde respiro d’avanguardia e suggestioni del passato in un allestimento dinamico in cui le opere di optical art firmate dalla motion graphic designer taiwanese Min Liu convivono con un’insegna in stile hollywoodiano old school e con poltroncine ‘sottratte’ a un vecchio teatro milanese. “Abbiamo pensato a uno spazio che sarà impiegato anche per piccole attività culturali come dibattiti, presentazioni di libri e film”, racconta Luca Sacilotto, ex Ad di gruppo Randazzo e poi Grand Vision Italia che ora con la startup Nova Optical cerca di mettere a frutto la sua esperienza in questo progetto che sarà replicato a breve anche nel centro di Bologna.

 

1.200 paia di occhiali per tutte le tasche: l’assortimento di occhiali nasce da un profondo lavoro di ricerca di designer e aziende innovative da tutto il mondo che ha l’obiettivo di anticipare e dettare le tendenze dell’ottica. È una proposta trasversale che comprende oltre 1200 occhiali con un range di prezzo per tutte le tasche, dai 40 fino agli 800 euro, tra forme impertinenti (sghembe, a triangolo o a farfalla, di moda in questo periodo), colori particolarissimi e materiali inusuali in una combinazione di linee vintage oppure concept minimali dal sapore retro-futuristico.

Miror

È un concept store dove arte e ottica si fondono per offrire una vera e propria esperienza ‘meravigliosa’, oltre a modelli esclusivi sulla piazza milenese. Uno spazio dove scoprire una selezione di designer e prodotti inaspettati e a volte sperimentali; nonché un lab dove knowhow ottico e tecnologia avanzata creano un servizio professionale all’avangardia. Miror infatti oltre alla normale misurazione della vista ha in dotazione un tipografo corneale per un’attività di screening più puntuale e approfondita sulla sua clientela. Nello store anche le innovative lenti Nikon che si possono trovare solo in pochi negozi di ottica in Italia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here