“Dimmi chi sono”-il nuovo film del regista milanese Sergio Basso.

0
96

Il Regista milanese Sergio Basso racconta nel film “Dimmi chi sono”,la storia sconosciuta dell’esilio di massa dal Bhutan.

È online su indiegogo.com la campagna di crowdfunding per il film Dimmi chi sono, diretto dal milanese Sergio Basso.

C’è tempo fino al 12 agosto per contribuire alla raccolta fondi di Dimmi chi sono film realizzato dal milanese Sergio Basso, regista di documentari che ci hanno già raccontato l’Altro in maniera originale e dirompente. Tra questi ricordiamo Giallo a Milano che, totalmente girato nel quartiere Paolo Sarpi, la Chinatown meneghina, ripercorre con grande anticipo sui tempi, storie di sradicamento e integrazione. Il film ha ottenuto moltissimi riconoscimenti, fra cui quello del Festival di Annecy, uno dei più prestigiosi festival al mondo di animazione. Parallelamente alla sua attività di regista, Sergio Basso ha continuato a raccontare il mondo anche tramite i suoi reportage pubblicati nei più importanti quotidiani nazionali tra cui ricordiamo il viaggio milanese sulle tracce delle biciclette del servizio di sharing che gli ha permesso di immortalare storie profonde e spaccati di vita. Dal 2001 è inoltre direttore artistico della Compagnia Teatrale Teatraz.

Dimmi Chi Sono segue le vicende di Sarita, una ragazza di 13 anni e attraverso i suoi occhi il regista racconta l’incredibile storia dell’esilio dei profughi del Bhutan in Nepal che dura dal 1990 nell’indifferenza totale della comunità internazionale. Sergio Basso per raccontare questa tragedia ha deciso di utilizzare l’ironia, combinando due generi apparentemente molto lontani fra loro, il musical e il documentario. Infatti, i rifugiati non racconteranno il loro passato e non spiegheranno cosa vuol dire perdere la propria identità. Lo canteranno e lo danzeranno.

Un ibrido nuovo, dunque, la cui lavorazione è iniziata nel 2008 quando Sergio Basso ha conosciuto la realtà di questi profughi. È andato a stare con loro più volte, raccogliendo le loro testimonianze per 10 anni.
Ora le riprese sono finite, Dimmi Chi Sono è stato girato, ma per permettere al film di essere distribuito nei cinema quest’anno c’è bisogno del supporto di tutti coloro che vogliono dar voce alla storia di Sarita e del suo popolo. Per tutte le donazioni sono previste delle ricompense speciali, l’elenco è consultabile sulla pagina della campagna di crowdfunding (http://igg.me/at/dimmichisonofilm).

“È vero” esorta Sergio Basso “parliamo di profughi in Nepal, che è una storia poco conosciuta, ma in realtà il film è una cartina di tornasole su come vengono trattate le emergenze profughi in tutto il mondo, e quindi risuona, e molto forte, circa l’emergenza rifugiati nel Mediterraneo. È un tentativo di dare luce a questi problemi, una luce nuova. È un progetto attualissimo, ed è importante questa campagna perché è importante il tempismo. Dietro questo film c’è lo sforzo creativo di decine di persone, a ponte tra tante culture, tra Italia ed Asia. E adesso, è davvero arrivato il momento che incontri il suo pubblico. ORA.”

Per contribuire alla campagna:
http://igg.me/at/dimmichisonofilm

Per maggiori informazioni:
https://www.facebook.com/dimmichisonofilm/
http://www.lasarraz.com/

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here